Come la neve

Come quando nevica storto e tu hai la faccia scoperta: punge.

Non è come quando nevica bene, quella neve pesante, greve, che di notte sembra cadere solo nei coni di luce dei lampioni o contro i fari delle auto, in un’atmosfera solenne, quasi il tempo fosse fermo e sospeso, immobile e senza vita, in completa assenza di rumori. Stavo disteso al buio e mi sembrava di sentirla quella neve pungente che tante volte mi aveva ferito il viso ed io, bambino, ne avevo avuto quasi paura. Ma era bello. Dio com’ era bello! Svegliarsi la mattina e veder nevicare era sempre stata per me una grande gioia: sarei andato con la slitta, avrei potuto saltare la noiosa ed inutile lezione di sci ed avrei finalmente passato una bellissima giornata.

 

Scarica il documento

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *